In memoria di Pippa Bacca, artista uccisa mentre sfidava le frontiere

 In Storie

Pippa Bacca

Ci sono tanti motivi per sfidare le frontiere: spirito d’avventura, voglia di scoprire l’ignoto, ricerca di un futuro migliore. Pippa Bacca, giovane artista milanese, aveva deciso di farlo per un ideale di pace. Un viaggio carico di valori simbolici: con un’amica, in autostop vestendo abiti da sposa, da Milano all’Oriente, per testimoniare un messaggio di fratellanza e comprensione tra popoli e culture diverse, documentando online la sua esperienza.
La sua nobile missione, iniziata l’ 8 marzo, e’ finita tragicamente. Due mesi fa, l’11 aprile, dopo che da qualche giorno in Turchia Pippa non dava notizie, alla periferia di Istanbul e’ stato ritrovato il suo corpo e poco dopo arrestato l’assassino reo confesso, che prima di strangolarla l’ha violentata.
Italiani di Frontiera le rende omaggio con ammirazione. E un motivo in piu’ per ricordarla, aver scoperto solo dopo la sua tragica fine che Pippa, nipote del celebre Piero Manzoni, era figlia di un nostro caro amico, di cui aveva certo ereditato la vitalita’.
Questo il link alla pagina su Pippa di Wikipedia.
Sul sito del suo progetto Brides on Tour, foto, resoconti e un’intervista (anche in inglese) a Silvia Moro che l’aveva condiviso con lei.

Post suggeriti

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca