Ugo Conti e l’idea “folle” del catamarano Proteus, IdF Silicon Valley Tour 2011

 In Interviste e Incontri

Anni Sessanta, a San Francisco città dei Figli dei Fiori, su un pullmino Volkswagen, arrivano due giovani italiani, lui ingegnere romano, lei nata a Torino laurea in giurisprudenza, in viaggio di nozze.

 

Ugo e Isabella Conti restano fulminati dalla bellezza della Baia e decidono che la loro vacanza finisce qui, ci resteranno a vivere. Ugo trova lavoro in pochi giorni come ingegnere. Ma la passione è il mare. Un giro del mondo in barca a vela, poi altri viaggi e diversi libri. Fino a quando, nell’età della pensione, Ugo decide di inventarsi una barca mai vista. Non è ingegnere nautico ma il suo prototipo fa colpo su esperti e media internazionali per i principi innovativi che lo ispirano. Un catamarano hi tech, completamente snodato, in grado di navigare in acque basse e all’occorrenza sfidare l’oceano.

Intervistati tre anni fa, tra i protagonisti con la loro storia dei seminari di Italiani di Frontiera, Ugo e Isabella Conti li abbiamo incontrati all’evento del Silicon Valley Italia Executive Council a Redwood City, organizzato da Jeff Capaccio. Un’occasione straordinaria, per la squadra dell’Italiani di Frontiera Silicon Valley Tour 2011, lo scorso agosto. E Ugo ha raccontato brevemente la sua folle idea…

Post suggeriti

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca