“Ieri come oggi: sono i visionari, spesso incompresi, a disegnare il domani”

Italiani di Frontiera è un “viaggio Dal West al Web”, dall’Italia a Silicon Valley e ritorno.

Esperimento di giornalismo creativo e indipendente

Con storytelling multimediali di forte impatto emotivo, IdF combina racconto e nuove tecnologie per indagare con un pizzico d’ironia sui segreti di talento e spirito d’impresa degli italiani, nella speranza di contribuire a quella Rivoluzione Culturale indispensabile per ridare fiducia e slancio non solo all’economia ma alla stessa società italiana.

Il percorso “dall’Italia alla California e ritorno” sulle orme di italiani capaci di tentare nuove imprese, ieri nel West, oggi sulla nuova frontiera dell’innovazione, è nato da sei mesi trascorsi negli Usa ed è poi proseguito incontrando e diventando un punto di riferimento per i tanti che “Italiani di Frontiera” lo sono tutti i giorni, in patria.

Partendo dall’incontro con scienziati, imprenditori e ricercatori italiani di Silicon Valley, il progetto, oggi sostenuto dall’agenzia internazionale Reuters e sviluppato in partnership con gli esperti di Social & Innovation di Sharazad, svela attraverso storie e interviste il particolare talento degli italiani nel campo dell’innovazione e aiuta a capire le radici culturali che fanno di quella zona della California il terreno fertile ideale per esaltare queste doti.
Una narrazione che contemporaneamente individua cattive abitudini e modi di pensare obsoleti di cui liberarsi, che in Italia penalizzano il merito e frenano chi sa immaginare il futuro.

Il fondatore

Roberto Bonzio

L ‘AUTORE DI ITALIANI DI FRONTIERA – “Giornalista curioso”, Roberto Bonzio, nato a Mestre, dopo una carriera in redazione iniziata al Gazzettino e proseguita al Giorno e poi a Reuters, nel 2011 ha lasciato l’agenzia internazionale per dedicarsi a tempo pieno al suo progetto multimediale, partito con sei mesi trascorsi con famiglia a Silicon Valley, ideato, organizzato e realizzato interamente da solo. Per il suo lavoro gli Alumni dell’Università di Venezia lo hanno premiato con il titolo di Cafoscarino dell’Anno. Nel 2014 è stato nominato fra i Digital Champions italiani, ambasciatori dell’innovazione per l’attuazione dell’Agenda Digitale per l’Europa.

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca