Teenager scatenati… a fare impresa. IdF alla finale BIZ Factory 2012

 In Conferenze dove e con chi

 

Che i ragazzi Under 20 trabocchino d’energia e siano scatenati è normale. Molto meno comune è che riescano a convogliare quelle energie nel campo dell’impresa  creativa.

Quello di cui c’è bisogno, per guardare con fiducia al futuro del nostro Paese, l’ho scoperto partecipando alla finale BIZ Factory 2012 del concorso nazionale di Junior Achievement Italia, associazione nata nel 1919 negli Stati Uniti d’America, e in Italia dal 2002, più vasta organizzazione non profit al mondo dedicata all’educazione economica dei giovani, diffusa in 123 Paesi, grazie alla sinergia con aziende, fondazioni, istituzioni e professionisti d’impresa (presidente della sezione italiana è Stefano Scabbio, ad e presidente di ManPowerGroup Italia e Iberia, autore del recente Genesi di una riforma. Il nuovo mercato del lavoro in Italia (Rubbettino).

Per la cronaca, il concorso è stato vinto da BISS Group dell’Istituto Fermi di Pontedera (Business, Innovation, Simple, Software), con “KeyPassWorld”, penna USB che, inserita nel computer, memorizza le credenziali che l’utente crea per registrarsi ai siti di suo interesse consentendo, successivamente, l’accesso diretto ai siti stessi, senza dover più ripetere le operazioni di login e senza doverle memorizzare sul proprio PC, a tutto vantaggio della sicurezza.

I ragazzi di Pontedera rappresentaranno dunque l’Italia alla finale europea in programma a Budapest. Ma è la straordinaria gamma di idee e inventiva in vetrina nella finale pisana, Stazione Leopolda, ad aver davvero impressionato. Credere nel sogno, costruire con tenacia, non temere i passi falsi: tutto quello che Italiani di Frontiera spera di comunicare, specie ai più giovani, l’ho visto già realizzato, ed a un ottimo livello, da teenager capaci pure di salire su un palco come startupper per presentare le loro idee. E’ stato dunque un onore riproporre prima delle premiazioni la presentazione di Italiani di Frontiera ad una platea così qualificata, di… Italiani di Frontiera di domani. Con sul palco ospiti non meno qualificati, che con qualche anno in più dei candidati in gara sono già “ambasciatori” di questo spirito d’impresa.

Un grazie speciale a Miriam Cresta di Junior Achievement, che dopo la collaborazione in dicembre ad Orientagiovani con Assolombarda (davanti a 450 studenti!) ha voluto IdF a Pisa. Ma grazie anche ai tanti bravi professori che senza salire in passerella hanno saputo orientare e ispirare ragazzi così in gamba, delle scuole più disparate. Non meno “di Frontiera” e di talento dei loro alunni.

 

Post suggeriti

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca